newsletter l’Antiproibizionista, 7-IV-16

Image

Con le droghe legali, meno soldi ai terroristiCon le droghe legali, meno soldi ai terroristi

Per combattere il terrorismo un’unica soluzione non esiste. Un grande investimento nell’educazione civica e nella cultura è certamente l’arma più importante per contrastare la conversione dei giovani alle sette islamiche estremiste. Gran parte dei membri delle reti fondamentaliste di Bruxelles hanno come provenienza il Rif marocchino, regione centrale per la produzione e il traffico di cannabis in Europa gestito dai clan marocchini impiantati nel territorio francese e belga. Leggi tutto l'intervento di Marco Cappato >

Facebook
Twitter
Google+


Saracinesco in canapa

Saracinesco è un paesino in una stupenda cornice montana in provincia di Roma, dove il tempo sembra non esser mai passato e dove la modernità convive con la tradizione, questo territorio sta riscoprendo antichi valori di una conoscenza secolare quasi perduta: la coltura e la cultura della #Canapa.

Facebook
Twitter
Google+

Firma la petizione europea!

Dal 19 al 21 aprile si terrà a New York la Sessione Speciale sulle Droghe dell’Assemblea Generale, è necessario che l’Unione europea promuova e adotti alle Nazioni Unite una politica riformatrice contro i fallimenti degli ultimi decenni. Chiedi all’Ue di promuovere politiche basate sulle evidenze scientifiche, economiche, sanitarie, giudiziarie oggi disponibili, firma la petizione al Parlamento europeo qui >

Facebook
Twitter
Google+




Drogarsi non è reato: l'esperimento del Portogallo che affascina l'Onu

C'è un paese in Europa dove i consumatori di droga vengono trattati  come pazienti, invece che come criminali: il Portogallo. Infatti, dal 2001, è stato decriminalizzato l'uso di tutte le sostanze stupefacenti e chi viene trovato in possesso di droga per uso personale non viene arrestato ma deve presentarsi entro tre giorni davanti a una commissione composta da un medico, un assistente sociale e un avvocato, che decide eventualmente un percorso riabilitativo. Leggi il servizio di Fai Notizia a cura di Fabrizio Colapietro e Diana Orefice >

Facebook
Twitter
Google+


Cannabinoidi contro mieloma multiplo

Sulla base dei risultati ottenuti da uno studio dell'Università di Camerino, la One World Cannabis Pharmaceutical, azienda farmaceutica biotech israelo-americana, ha deciso di avviare la prima sperimentazione al mondo con cannabinoidi su pazienti affetti da mieloma multiplo, in collaborazione con il Sheba Academic Medical Center.

Facebook
Twitter
tornar
Copyright © 2019 radical.es · Todos los derechos reservados.