amici dello Zanskar

Use this area to offer a short preview of your email's content.
View this email in your browser
 

AaZ onlus - Newsletter Ottobre 2014


La copertina di Ottobre è dedicata al nuovo edificio per materne ed elementari

Sommario:

Il DALAI LAMA CONTRO LA DISCRIMINAZIONE DI CASTA IN ZANSKAR

Padum 27 giugno: Il leader spirituale tibetano Sua Santità il Dalai Lama, mercoledì 26 ha concluso gli insegnamenti e la iniziazione di Avalokiteshvara invitando la popolazione locale ad eliminare la pratica della discriminazione basata sulla casta.
"Nella mia precedente visita in Ladakh, ho scoperto che alcune persone sono considerate di casta inferiore e molti buddhisti non accettano di mangiare e bere con loro. I monaci, inoltre, non vanno a casa loro per le preghiere. Questa pratica è stato chiamata Serlam Ched (preclusione ai rituali di preghiera). Ma io sono stato a lungo con loro e fatto foto con loro", ha detto il Dalai Lama. 
"Ho anche sentito parlare di pratiche di discriminazione di casta in Zanskar e avevo suggerito, nella mia visita del 2012, che sarebbe stato bene che una persona di casta inferiore mi offrisse pubblicamente il tè e il pane. Ma con mia delusione, subito dopo il mio discorso, un caso di discriminazione di casta è stato segnalato proprio qui a Padum. Questo è molto triste. Se non si ascolta e agisce come ho detto, non ho bisogno di venire qui e voi potete fare quello che volete. Se credete ed avete fede in me, fate come dico io."
Ha poi aggiunto che è contro l'insegnamento del Buddha che in alcuni dei monasteri del Tibet non siano accettate persone  che appartengono alla famiglia di un fabbro o di un macellaio. 
Una cerimonia di preghiera per lunga vita (Tenshug) è stata offerta a Sua Santità il Dalai Lama dalla popolazione dello Zanskar. Il premio Nobel tibetano ha anche visitato la LMHS che è stata finanziata in parte anche con il suo contributo. Il leader tibetano si è intrattenuto a lungo con gli studenti.

DALAI LAMA SPEAKS OUT AGAINST CASTE BASED DISCRIMINATION IN ZANSKAR

Padum, June 27: The Tibetan spiritual leader His Holiness the Dalai Lama on Wednesday concluded teachings and Avalokiteshvara initiation in Padum, Zanskar, calling upon the local people to eliminate the practice of caste based discrimination.
“Earlier during my one visit to Ladakh, I found out that some castes were considered lower caste and others don’t eat and drink with them. Monks also don’t go to their house to perform prayers. This practice was called as Serlam Ched (barred from prayer rituals). But I went along with them and took a picture with them,” said the Dalai Lama.
“I have also heard of caste discrimination practices in Zanskar and had suggested it would be good if a lower caste person served me my tea and bread some years ago. But to my disappointment, right after my talk, a case of caste discrimination was reported from here. This is very sad. If you don’t listen and act as I say, I don’t need to come here and you can do whatever you like. If you have believe and faith in me, do as I say.”
He further said that it is against Buddha’s teaching that in some part of Tibet monasteries don’t enroll people who belongs to a family of blacksmith or butcher.
A long life prayer ceremony (Tenshug) was offered to His Holiness the Dalai Lama by the local people of Zanskar. The Tibetan Nobel Laureate also visited the LMHS which was set up from his seed money. The Tibetan leader also interacted with the students.
TRE REPORTAGE SULLA VISITA DI KUNDUN
La cronaca dei quattro giorni di visita di Kundun in Zanskar ed alla scuola sono raccontati in articoli pubblicati on-line assieme alle immagini degli eventi. Puoi leggerli qui. Per i lettori in altre lingue consigliamo di ricorrere al traduttore per afferrarne il senso.

23 Giugno : Tutti a naso in su
Tutti a naso in su... seguendo nel cielo blu cobalto l'MI17 della IAF che trasporta il Dalai Lama. Eccolo, passa proprio sopra di noi, tutta la LMHS disposta in fila sul ciglio della strada. Siamo solo una piccolissima parte della lunghissima schiera che parte da Mani Rigmo ed arriva al Podang : alcune migliaia di persone che oggi indossano goncha e perak . Ognuna porge con due mani una kata in segno benaugurale o ha un variopinto mazzo di fiori finti... (continua a leggere)
24 giugno : Forse che si forse che no. I preparativi per Kundun
“Forse che si, forse che no” il motto dei Gonzaga, ripreso da una canzone d’amore del “600 e fatto proprio da Gabriele Dannunzio, è stato il liet motiv di questi dieci mesi di attesa, da quando nell’agosto 2013 la Ladakh Buddhist Gompa Association ha annunciato che Sua Santità il XIV Dalai Lama aveva accettato l’invito a celebrare il Kalachacra a Leh nel Luglio 2014. “Sicuramente vorrà tornare in Zanskar – sosteneva qualcuno – manca da due anni ed allora lo inviteremo” “Sarà prima o... (continua a leggere)
25 Giugno : Il Dalai Lama visita la LMHS ed il Nuovo Edifico delle elementari
Nel corso della soggiorno in Ladakh (Himalaya Indiana), nei giorni scorsi il Dalai Lama ha voluto raggiungere la remota valle di Zanskar. Questa è la sua quarta visita in trentacinque anni ed è durata quattro giorni. Il Dalai Lama ha tenuto alcuni sermoni sul Buddhismo e gli insegnamenti religiosi continueranno a Leh, capitale del Ladakh, fino al 14 luglio.
Per l’occasione Kundun, la “Presenza” come lo chiamano i tibetani, è tornato alla Lamdon Model High School dove nel 1996 aveva... (continua a leggere)

NOTIZIE DALLA SCUOLA   

 Consegnato ai genitori il nuovo edificio

Con gioiosa e partecipata cerimonia abbiamo consegnato ai genitori degli alunni il nuovo edificio che ospita le due classi materne e le cinque primarie.
Più di 25 volontari di AaZ hanno lavorato duramente per diverse settimane per terminare il lavoro entro il 12 agosto. Venti muratori nepalesi  e zanskar-pa e sei carpentieri francesi hanno lavorato dal primo luglio a pieno ritmo. In periodi diversi, tutti i 25 volontari  hanno spazzato la sabbia e pulito dopo l'intervento dei muratori, poi raschiato, dipinto pareti e verniciato gli infissi (tre mani per le finestre esterne!) sotto la supervisione professionale di un esperto maestro imbianchino giunto anch'egli dalla Bretagna come il capo-carpentiere (clicca sull'immagine per ingrandire)

 A New School Building in Zanskar

The inauguration was cause for celebration, in part because the building was ready in the nick of time…No less than 25 AaZ volunteers had worked hard for several weeks at finishing the work of the 20 or so Nepalese-Zanskari masons and of the 6 French volunteer-carpenters. At various times all 25 volunteers scraped, brushed, sand-papered and cleaned after the masons, then painted and varnished (three coats for the external windows!) under the professional supervision and exemplar performance of a retired painting shop manager from Brittany, France

La tua lettera è arrivata

Visi gioiosi, occhi luccicanti!!! E per i più piccoli la novità di una lettera dalla lontana Italia. Il 20 giugno sono state consegnate le lettere giunte in sede ed ai ritardatari (una tirata d'orecchie...) è stata offerta una seconda possibilità il 22 luglio. Nella foto scattata dalla past-presidente Monica Petrella la curiosità e la sorpresa dei bimbi della UKG che ricevono la loro prima lettera. Alla fine di ottobre arriveranno le lettere scritte dai bambini agli sponsor.

Progetto "dopo la classe X"

La gran parte dei nostri allievi, terminato il corso di studio presso la LMHS, prosegue gli studi entrando in un college ad indirizzo letterario o scientifico per poi eventualmente andare alla università. Il diploma conseguito in classe XII consente di entrare negli impieghi statali, soprattutto come insegnante nelle primarie. Alcuni sponsor scelgono di continuare il loro impegno oltre la classe X ed AaZ si fa tramite per trasferire le somme ai ragazzi.
Da alcuni anni, AaZ onlus ha avviato il sostegno agli alunni più meritevoli, ad integrazione di quanto inviato dagli sponsor. Il progetto continua e ques'anno è entrato a pieno regime. Venti allievi che nell'A.S. 2013-2014 hanno superato gli esami di XIa o XIIa ed hanno ricevuto il nostro contributo.
(nella immagine, alcuni ex allievi alla festa del 26° di Fondazione,  clicca per ingrandire)

OMAGGIO A TINA IMBRIANO

Torino 5 agosto - La famiglia, gli amici, l'Associazione, con la collaborazione dell'Angolo della Avventura, hanno voluto festeggiare Tina in occasione del suo compleanno.
Il 10 settembre una commemorazione si è tenuta, sempre a Torino presso l'Arsenale della Pace, a cura dell'Angolo della Avventura con proiezione delle immagini scattate da Tina nel corso dei suoi viaggi.
Il 5 agosto presso il Monastero di Karsha si è svolta una puja (preghiera) recitata da tutto il corpo monastico ed a cui hanno partecipato i volontari di AaZ presenti in Zanskar. Successivamente alla scuola Eliane Serveyre ed il Preside Sonam Tenzin hanno ricordato agli allievi il grande contributo dato da Tina alla scuola nel corso delle sue quattro estati in Zanskar.
La famiglia ed AaZ onlus ringraziano Angela Nardoni (a sinistra nella immagine) per l'impegno e la dedizione nell'accompagnare Tina nel suo ultimo viaggio.

IL NOSTRO GRAZIE A...

Il grande cuore di Tina continua a sovvenzionare la sua cara scuola. Nel corso della serata organizzata il 10 settembre al Sermig dall'Angolo della Avventura dei Torino in suo onore, la generosità degli amici presenti ha dato un grande contributo economico. Pochi giorni dopo, in occasione del Grande raduno di AvM, una cospicua somma è stata raccolta fra i visitatori dello stand. Ringraziamo Elena Di Tocco che come ogni anno ha voluto partecipare con le sue creazioni al nostro punto informativo.
Infine abbiamo ricevuto donazioni in memoria di Tina da  Isabella GerosaMarco GiacobbiMonica Petrella e Franco e Gabriella di Torino e dal Gruppo Turchia Family agosto 2014 (Coord. Enrico Berardi).
Una donazione in Memoria di Claudine è giunta da Guido Seddone.
Gradite donazioni per i nostri progetti sono giunte da Chiara De Angelis e da Giulio De Oliva.
(nella immagine a sinistra: l'Angolo della Avventura di Torino allestisce un "gazebo" in memoria di Tina accanto al "gazebo" di AaZ onlus, dove Elena Di Tocco con le sue creazioni artistiche contribuisce alla raccolta fondi)

Vai al sommario

NOTIZIE DALL'ITALIA

Serate Himalaya in Italia

Verona, 1° ottobre - Nives Volpato e Luciano Caleffi continuano il loro tour organizzato dagli Angoli dell'Avventura di varie città e da AaZ onlus con "HiIMALAYA, immagini e racconti di viaggi nel Paese delle Nevi". Ingresso gratuito, ore 21, Sala Elisabetta Lodi, Via San Giovanni in Valle, 13/b. Prossima proiezione: Trento 28 Ottobre, ore 21,  presso "The Social Stone"  Via Gorizia 18. E poi: Cantù 28 novembre,  Recoaro 30 gennaioBassano 5 febbraioBologna  4 marzoUdine 13 maggio.

Immagini di Monica Petrella, Rajiv Thakur, Marc Pasturel
Copyright © 2014 Aiuto Allo Zanskar onlus, All rights reserved.
Ricevi questa comunicazione perché sei un amico dello Zanskar. Il trattamento dei dati degli iscritti al servizio della newsletter è conforme a quanto previsto dal Codice in materia di protezione dei dati personali (Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196). Il tuo indirizzo email è trattato da Aiuto allo Zanskar onlus - titolare del trattamento - Via Gorizia 1, 25126 Brescia (BS) - per l''invio della newsletter istituzionale. La newsletter non è un prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare ed è stata inviata ai Soci ed ai Simpatizzanti di Aiuto allo Zanskar. Non contiene pubblicità, né promozione di tipo commerciale.

Our mailing address is:
Aiuto Allo Zanskar onlus
Via Gorizia 1
Brescia, BS 25126
Italy

Add us to your address book